Bordi e riempimenti

Ella è accaldata. Ha trascorso la giornata inseguendo un desiderio spinto in alto dalla canicola. Lo ha tallonato, ma il desiderio è continuato a sfuggirle sicché non è riuscita a desiderare l’uomo ma solo il desiderio dell’uomo. Adesso è a casa, davanti al suo computer, e alle sue spalle fanno capolino due sagome maschili, due ombre cinesi rese più evidenti dalla lama di luce che entra dall’abbaino. La prima sagoma, quella più vecchia, ha perso quasi completamente il pieno e di lei è rimasto soltanto il contorno. Un tratto eseguito con una matita durissima, 7H, forse 8H, addirittura 9H, che non può più essere cancellato. La seconda sagoma, quella più recente, è formata solo dal pieno e non ha invece alcun bordo. Per sua natura tenderebbe a dilagare se Ella non possedesse un naturale scetticismo, un’inclinazione alla fuga ben nascosta tra le pieghe degli abiti. Ella dunque ammicca a entrambe, con disinteresse nei confronti della sagoma anziana, con ardore nei confronti di quella più recente, ma è davanti allo schermo che finisce per arrendersi: apre e chiude gli occhi lentamente, ruota la testa ora da un lato e ora dall’altro, con il silenzio di chi è stato travolto dall’incerto e dal fato.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

11 risposte a Bordi e riempimenti

  1. roselouise1 ha detto:

    Sono molto belli i tuoi racconti, signor Elle…li ho letti tutti: parola di Lupetta…^_^

  2. (L) ha detto:

    Il signor L. ha letto volentieri le considerazioni che la signorina Rose ha collocato nell’etere e si è fatto l’idea, se alla signorina Rose non spiace, che ella abbia un bel cuoricino. Grazie mille, mademoiselle :-).

  3. roselouise1 ha detto:

    La signorina Rose ne ha in esubero, di cuore, qui si esprime su tristissime faccende di interesse generale, altrove, invece, lascia spazio anche alle necessità dello spirito, e non solo…^_^

  4. signorlm ha detto:

    La signorina Rose dunque abita un altro luogo nel cyberspazio. Il signor L. si metterà in cammino nella speranza di visitarlo.

  5. roselouise1 ha detto:

    Beh, non è difficile, se il signor Ellemme avesse una mail glielo direi direttamente…^_^

  6. signorlm ha detto:

    La mail del signor L. è appunto signorlm@libero.it, dove la m non rappresenta il cognome ma la lettera che segue la l. Il signor L. talvolta ha ragionamenti tutti suoi di cui egli per primo si sorprende.
    🙂

  7. roselouise1 ha detto:

    Oh, anch’io avevo un profilo su Libero. Le scriverò da gmail, così non fa confusione…:) )))

  8. arielisolabella ha detto:

    L indecisione uccise il gatto .

  9. L. ha detto:

    Anche il signor L. lo pensava. La signora C. lo ha negato. E’ ancora lì.

  10. arielisolabella ha detto:

    Qualcuno corra a spolverar la !

  11. L. ha detto:

    Ha ragione la signora Ariel, è necessario che qualcuno lo faccia 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...