Polipo

Il signor L. sorride tra se all’idea del proprio essere incomprensibile. Si tratta di un dialogo che egli conduce con se stesso e che, proprio in ragione dell’incomprensibilità, dunque di una asimmetria tra la domanda che si pone e la risposta che si dà, rimane aperto. Fertile. Prolifico. Un dialogo dove qualcosa latita e qualcosa si affolla. Come le mani che sgranano la sabbia ma comunque non trovano. E’ una questione di parti e di come queste si compongono tra loro. Il signor L. tiene insieme tutto, con lunghi tentacoli da polipo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

31 risposte a Polipo

  1. tilladurieux ha detto:

    Signor L., lei è bravo, non come Tilla che formula una tesi e poi la sua antitesi e poi l’antitesi dell’antitesi e così via e alla fine litiga da sola e basta. Senta, io ogni tanto mi trovo dei pezzetti nuovi che non so sa dove arrivino, visto che lei è bravo a tenere tutto insieme, gliene potrei passare qualcuno?

  2. dorotea ha detto:

    Il Signor L. ne sa parecchio di vita!
    A proposito di parti, io, per esempio, dico che con l’identita’ e’ proprio come con i Lego. Te li gestisci un po’ tu, costruisci e sperimenti tentando.

    • L. ha detto:

      Il signor L. non ha la più pallida idea di quale sia la propria identità. Sa che qualcosa si è fermato in lui, altro è scivolato via, altro verrà. Come dentro un grande acquario. Egli è fuori e osserva.

  3. Edoardoprimo ha detto:

    Signor L. come si va.. tutto bene?
    No! perché, Fiona Apple con Every Single Night, mi ha fatto provare inquietudine per Lei.
    Adesso spero che sia sereno. 😉
    Edo

    • L. ha detto:

      Pensiero squisito, il suo, Edo, davvero carino, grazie mille. Stamattina il signor L. ha avuto l’impressione di avere un polipo in testa, come Fiona Apple, pur trovando il risultato estetico meno riuscito. Tutto bene, comunque. Lei ha trascorso una piacevole giornata?

  4. gelsobianco ha detto:

    Signor L., lei tiene tutto (un tutto consistente davvero!) insieme con lunghi tentacoli di polipo.
    Come fa a gestirli?
    Mi permetta questa mia curiosità!
    Signor L, io sorrido alla stessa sua idea.
    Io sono abituata a dialoghi con me stessa condotti nello stesso suo modo.
    Trovo così questo mio dialogare sempre pronto ad una nuova apertura.
    Buona notte, Signor L!
    Con un sorriso
    gb

  5. gelsobianco ha detto:

    Io amo la notte, signor L.
    Lei?
    Con un sorriso
    gb
    Amo molto anche i sorrisi!

  6. gelsobianco ha detto:

    Un sorriso in una di queste notti parigine…
    Che cosa le fa sentire?
    Mi permetta la mia “invadenza”!:-)

  7. L. ha detto:

    Il profumo, intende? Spalanca orizzonti, probabilmente, collega il tempo che sarà con quello che è stato, solleva nell’aria lo spirito, là dove l’ardesia riverbera della luce lunare.

  8. Gildo Priblic ha detto:

    L., le posto questo regalo, ne faccia buon uso. Un giorno, andandolo a trovare, un amico avrebbe trovato Joyce riverso sullo scrittoio in un atteggiamento di profonda disperazione. «James, cos’è che non va?» avrebbe chiesto l’amico, «È il lavoro?». Joyce avrebbe assentito senza nemmeno sollevare la testa e guardare l’amico. Era naturalmente il lavoro; non lo era sempre? «Quante parole hai scritto oggi?» avrebbe domandato l’amico. E Joyce (sempre in preda alla disperazione, sempre con la faccia posata sulla scrivania): «Sette». «Sette? Ma, James, è ottimo per te!» «Sì» avrebbe risposto Joyce alzando finalmente la testa «Suppongo di sì, ma non so in che ordine vanno!».

  9. ludmillarte ha detto:

    secondo me il dialogo interiore è prezioso anche quando sembra lasciare in confusione e sembra comunque di continuare a non capire ciò che si vuole. l’importante è non mentire a se stessi.
    il polpo è un animale intelligentissimo e poi, se lo si ha per cappello fa delle vere e proprie magie! 😉
    p.s.: molto bella anche la canzone e le sue parole

  10. L. ha detto:

    Bisognerebbe usarlo come copricapo più spesso, in effetti 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...